Server dedicati linux, guida alla valutazione e scelta

I server dedicati linux possono svolgere la pià ampia gamma di mansioni nel mondo dei servizi di rete.
Oggi sono alla base del business on-line: dall’e-commerce con web server affidabili e ad alte prestazioni, al web e email marketing per l’invio di informazioni alla clientela, alla erogazione di contenuti multimediali on-line (video, foto, corsi, ebook).
Tutto si basa sulla solidità del server dedicato linux su cui si fondano i servizi.
L’offerta di server dedicati linux sul mercato e’ molto ampia e la scelta non e’ semplice.

I parametri da tenere in considerazione per la scelta di un server linux e del provider che lo fornisce sono numerosi:
– prestazioni computazionali, potenza e numero dei core
– dimensioni della memoria RAM in base alla quantita’ di dati da analizzare e dei processi operanti in contemporanea
– prestazioni di scrittura e lettura (dischi SSD, HDD, sistemi RAID, etc.)
– ampiezza dello spazio di archiviazione
– ridondanza dei dati per evitare il blocco o la perdita di dati in caso di guasti (sistemi RAID)
– possibilita’ di espansione dello spazio di archiviazione
– ampiezza di banda della connessione di rete da/verso Internet disponibile e garantita
– sistemi di protezione di sicurezza della rete (firewall dedicati, sistemi anti DDOS, leggere articolo su: denial of service web server linux e danni economici)
– infrastrutture di rete proprie sistemi di ridondanza (router, linee, ridondanza dei nodi)
– disponibilita’ di blocchi di IP aggiuntivi e locati in diversi paesi
– sistemi di backup inclusi o disponibili e costi.

Server dedicati linux
Server dedicati linux

Nella scelta del server linux NON si devono inoltre trascurare:
– durata del supporto del Sistema Operativo (2, 5 o 10 anni)
questi influenzeranno i costi di gestione della piattaforma poiche’ possono costringere a migrazioni frequenti e costi di gestione maggiorati.
Tra le distribuzioni linux più adatte in ambito server consigliamo CentOS, RedHat EL, Ubuntu LTS Server, Debian, Slackware
Visualizza quali sono le distribuzioni più usate tra i server dedicati linux

– la SLA (Service Level Agreement) offerto dal provider e’ un altro parametro fondamentale che permette di capire i tempi di intervento in caso di guasti e la disponibilita’ media del servizio (uptime).
Attenzione che in 30 giorni di attivita’ una:
– SLA di 99,9 % significa un fermo macchina massimo di 43 minuti
– SLA di 99,50 % significa un fermo macchina massimo di 3 ore e 36 minuti
– SLA di 98 % significa un fermo macchina massimo di 14 ore e 28 minuti ( fino a 7 giorni in un anno )

Calcola on-line lo SLA e i tempi di uptime garantiti

Parametro che ha grande peso nel valore del server dedicato linux è la presenza di assistenza sistemistica e NON solo all’HARDWARE (quest’ultima sempre garantita), spesso i provider NON garantiscono assistenza sistemistica a meno che non si tratti di un server di tipo “fully managed”.

Importantissimo parametro, spesso sottovalutato, relativo alla produttivita’ che si puo’ ottenere da un server linux e’ la configurazione adottata: qui le variabili sono moltissime. E’ opportuno notare che alcuni parametri di default nei server linux preinstallati talvolta, pur fornendo una corretta operativita’ non forniscono le migliori prestazioni ottenibili: un esempio nel mondo dei server web e’ l’uso del diffuso pannello amministrativo per web-hosting cPanel, la configurazione di base (versione PHP, suPHP, apache PDO, numero processi, etc.) permette di ottenere prestazioni che, opportunamente modificate, possono arrivare a carichi fino a 10 volte superiori.

Sicuramente il costo richiesto dal provider ha un peso nella decisione finale ma attenzione un disservizio di ore o giorni può ampiamente avere costi elevati che non giustificano l’uso di provider economici.

Per meglio orientarti nella scelta dei prossimi server dedicati linux o per ricevere supporto sistemistico, puoi richiedere un preventivo di assistenza a SicurezzaRete
CONTATTACI